Trekking nell’Alto Jonio: L’anello del Monte Sparviere

Località di partenza e arrivo: Rifugio di Piano Farneto di Alessandria del Carretto
Difficoltà: E
Dislivello: ↑ ↓ 442 metri
Tempo di percorrenza: 4 ore
Periodo consigliato: primavera, estate, autunno

Località Piano Farneto, sotto il versante orientale del monte Sparviere, si raggiunge da Alessandria del Carretto. Descrizione: alle spalle del rifugio una stradina a fondo naturale risale verso destra, direzione nord, lungo le pendici orientali del Timpone della Neviera, fino a trasformarsi in sentiero che si perde nella vegetazione. A questo punto con una breve deviazione libera sulla sinistra si imbocca verso destra un’ altra via a fondo naturale posta poco più in alto. Si raggiunge così il confine con la Basilicata. Al bivio piegare a sinistra (andando a destra si torna ad Alessandria) per raggiungere la fonte di Acqua di Bruni con accanto uno stazzo: si cammina ora lungo la stradina, nella penombra di abeti bianchi, aceri ed ontani del bosco di Spinazzeta. Aggirato il Timpone della Neviera, tenendo la sinistra, un sentiero sale verso una fonte: si continua lungo la stradina che diviene ben presto un semplice sentiero, fino a raggiungere il caratteristico declivio di Piano di Mandre. La traccia procede a mezza costa, per buoni tratti allo scoperto, addentrandosi nella Valle Nera. Superato il vallone e passati sulla pendice opposta, si guadagna rapidamente quota: al successivo pianoro in leggero declivio si impegna direttamente la scarpata risalendo nell’ evidente fosso fino alla fonte. A destra, un sentiero con un tornante si porta dapprima su un pianoro molto panoramico e poi sotto al Timpone Rotondella (rimboschimento a pini, sorgente). La stradina prosegue in direzione sud-est, passa per Taccapeppini, oltre la depressione di Lagoforano si innalza la mole di monte Sparviere. Qui si piega a sinistra e dall’ orlo della depressione si imbocca il ripido sentiero che riporta a Piano Farneto.

Come arrivare: Dalla SS106, nei pressi di Trebisacce deviare per Albidona e poi per Alessandria del Carretto.