Protagonisti

Guido ChidichimoL’Alto Jonio Cosentino ha dato i natali a personaggi importanti, in particolare ne ricordiamo due. Guido Chidichimo, nato ad Alessandria del Carretto il 7 gennaio 1912, si laureò nel 1935 con il massimo dei voti in medicina e chirurgia ed operò per anni tra Milano e Roma. La sua biografia è ricca di date, tappe di studio e di impegno civile, ma dietro ogni data c’è la forza dell’uomo del sud, di un uomo noto per il sorprendente ri- gore scientifico, morale ed intellettuale. Con oltre 35.000 interventi di chirurgia ed oltre 10.000 di cardiochirurgia a cuore aperto, e circa 250 pubblicazioni, la sua folgorante carriera medica applicata andò di pari passo con la ricerca, e alla sua morte – Roma, 2 settembre 1998 – lasciò alla sua amata Alessandria l’intero contenuto dello studio romano, i quadri, i libri, i trofei e gli oggetti più cari, che sono ora esposti nel Museo Chidichimo.
Antonio SassoneNacque invece ad Amendolara il 19 dicembre 1906 Antonio Sassone, scultore, pittore e poeta; emigrato in Argentina nel 1923, si  laureò alla Escuela Superior de Bellas Artes de la Nacion Argentina, con medaglia d’oro, nel 1935. Professore universitario di Storia dell’Arte a Buenos Aires, ottenne innumerevoli premi nazionali, provinciali e municipali, pubblicò tre libri di poesie e fu autore di monumenti e murales. Espose in tantissime mostre personali in America e in Europa, nel secondo dopoguerra tornò più volte al paese natio e nel 1952 rappresentò l’Arte Argentina al- la Biennale di Venezia. Morì a Buenos Aires il 18 ottobre 1983; oggi è uno degli scultori più conosciuti in Argentina e le sue opere figurano in piazze, musei e collezioni private di tutto il mondo.

Altri personaggi: Enza Scutari (1926-)