Convento dei Domenicani

Edificato nel 1521 insieme alla Chiesa di S. Domenico, era la nuova sede dei Domenicani di Amendolara che si spostavano dalla vicina Chiesa Madre di S. Margherita. Dopo tre secoli di attività dei Domenicani, il convento passò nel 1820 ai Francescani. Infine nel 1878 chiesa, convento e terreno circostante furono venduti ai Grisolia. Il Convento subì mutevoli cambiamenti e fu trasformato in palazzo (Palazzo Grisolia) da architetti napoletani. Quello che oggi resta dell’originario convento sono il chiostro con la cisterna e la Chiesa di S. Domenico.